Se stai programmando una visita o semplicemente sei curioso di Ostuni, in Puglia, allora sei sulla pagina giusta. Ti invito a continuare a leggere e conoscere le leggende sulla sua origine, la sua ricca storia e consigli su cosa fare, mangiare e bere.

Storia di Ostuni

Non c'è dubbio che Ostuni vanta una storia antica con ritrovamenti archeologici che risalgono all'era paleolitica, al di sopra di 20,000 anni fa, e che il posto è stato molto ambito nel corso della storia.

Archeologi hanno portato alla luce la tomba della madre più vecchia del mondo, chiamata come tale perché conteneva i resti di una donna incinta con un bambino di otto mesi nel suo grembo nel parco di Santa Maria di Agnano in una grotta appena fuori Ostuni nel 1991. Finalmente, i test della data al carbonio mostrano che è morta 28,000 anni fa, e piuttosto insolito per l'epoca, era mummificata e sfoggiava un copricapo di conchiglie e un abito da cerimonia.

Perché questa piccola città in una piccola regione dovrebbe avere una così lunga e, come scoprirai, ricca storia? Mi viene in mente una semplice risposta: Posizione, Posizione, Posizione.

Appollaiata come una corona in cima a una collina, e protesa dai monti circostanti verso il mare, Ostuni si nota incontestata dalla collina al mare Adriatico. Quanta incontestata, chiedi? Basti dire che in una giornata limpida, dai bastioni di Ostuni Vecchia, si può intravedere Brindisi, circa 30 km a sud e Monopoli 30 km a nord. Sono oltre 60 km di costa.

Spettacolare vista dalla terrazza sul tetto superiore

Stai a Casa dei Fiori e goditi questa magnifica vista dalla tua terrazza privata .

In cima alla sua posizione privilegiata, Ostuni è anche benedetta dal fatto che i tre lati della collina che si affacciano sul mare sono tutti a strapiombo. Di conseguenza, l'unico modo per raggiungere la città è attraverso due pendii più dolci che iniziano proprio sotto il muro di cinta, che li rende facili da proteggere dall'alto. Sono inoltre disponibili, colline intorno a Ostuni disseminate di grotte naturali che offrivano rifugio alle prime tribù nomadi che originariamente abitavano la zona, e più tardi ai coloni che costruirono la città. Infine, la baia naturale a ridosso della collina nel borgo marinaro di Villanova e' ideale per l'ancoraggio delle barche, ed ecco, hai tutti gli ingredienti per colonizzare il posto perfetto.

Origini

La leggenda vuole che i primi insediamenti ad Ostuni risalgano ai Messapi, una tribù greca del famoso periodo di Troia (intorno all'VIII secolo a.C.). Secondo la stessa leggenda, l'intera area da Cisternino ad Ostuni era sotto il controllo di Sturnol, uno dei migliori giuerrieri di Diomede , comandante di ottanta navi durante la guerra di Troia, e, che dopo aver fondato la città, Sturnol le ha dato il suo nome. La leggenda suona veritiera poiché nel dialetto locale Ostuni viene chiamata "Stune."

Tuttavia, un'origine più probabile del nome della città era che l'insediamento originario fu distrutto durante una delle frequenti guerre tra Messapi e Spartani. Di conseguenza, fu costruita una nuova città fortificata (Astu = città fortificata, Neu = nuova) che in seguito divenne Ostuni.

La città medievale

La città di Ostuni è passata da una civiltà all'altra nel corso della sua lunga storia. Il centro storico nella sua forma odierna risale al XII secolo quando Federico II di Svevia (del Sacro Impero Romano) ha deciso che la città dovrebbe essere sviluppata grazie alla sua posizione strategica. Un sovrano successivo, della dinastia Aragonese, aumenterà ulteriormente le fortificazioni creando le torrette rotonde. All'inizio del XV secolo, dopo il sacco di Otranto dei turchi ottomani, Ostuni eresse due torri di avamposto in riva al mare a Torre Pozzella e Torre San Lorenzo. Ormai, Ostuni conta 17.000 anime.

Torre di Ostuni Puglia in riva al mare
Torre San Lorenzo del XV secolo circa, per proteggere Ostuni dagli invasori

Ostuni rimase racchiusa all'interno delle sue mura difensive per tutto il XVII secolo durante il quale la peste si diffuse e devastò tutta l'Europa. Curiosamente, ad Ostuni la malattia ha causato solo pochi morti. Questo fu attribuito inizialmente a un miracolo di Sant'Oronzo che divenne il santo protettore della città (c'è una sua statua prominente nella piazza principale), e più tardi alle sue famose pareti bianche. Infatti la spiegazione più probabile è che grazie all'abbondanza di calce nella zona, era consuetudine dipingere di bianco le mura della città poiché aiuta a respingere il calore e mantiene le abitazioni più fresche riflettendo anche la luce nelle strette stradine sottostanti. Tuttavia, a loro insaputa in quel momento, la calce è un antisettico naturale, così l'intera città fu di fatto era costatemente sterilizzata.

La “nuova” cittadina

La città si espanderà finalmente al di fuori delle sue mura difensive nel XVIII secolo, quando la dinastia dei Borboni prese il controllo del Regno di Napoli, di cui Ostuni fa parte, e ha portato stabilità all'area. Il muro che si affacciava verso l'interno fu smantellato e furono costruite le aree più nuove. Piazza della Liberta, La piazza principale di Ostuni, è diventato il nuovo centro. Da allora la città è stata in continua e costante espansione verso le colline circostanti.

Oggi Ostuni conta poco più di 30,000 abitanti in un'area che si estende per circa 2 km. Ciò la rende una città interessante in quanto si può fare una piacevole passeggiata e ammirare come l'architettura si è sviluppata nel tempo: dal nucleo medievale dell'XI secolo (soprannominato “La Terra") fino alla parte piu' moderna del, 21mo secolo alla priferia della città nuova. Dovresti intraprendere questo viaggio nella storia architettonica, si consiglia di camminare nella direzione generale della destinazione. Non aver paura di perderti e ignora le mappe, carta o altro, e assicurati di non perderti i bellissimi dettagli nascosti e i più evidenti degli edifici e dei monumenti della città.

Cosa vedere e fare

Mentre nella Città Bianca, parcheggia semplicemente la tua auto e dimenticala perché puoi andare ovunque a piedi. Inoltre su questo piano si trovano anche, il centro storico che è una zona a traffico limitato (“ZTL”), il che significa che guidare attraverso o vicino ad esso comporterebbe molto probabilmente una multa.

Piazza della Libertà

Inizia la tua visita andando a Piazza della Libertà, La piazza principale di Ostuni. Qui si trova l'obelisco di Sant'Oronzo eretto nel 1771. Il quale commemora il trionfo (alcuni dicono miracolo) del santo sulla peste.

Ostuni City Hall
Ostuni Puglia celebration luminarie
Ostuni Puglia at night
Ostuni Main Square

Guarda da vicino l'obelisco e la mano di Sant'Oronzo che punta verso l'aria, noterai due dita che puntano verticalmente invece di tre dita (pollice, indice e medio) porse orizzontalmente che significa una benedizione di un santo patrono. Questo perché l'attuale patrono della città è San Biagio. Sant'Oronzo con le due dita puntate verticalmente sta semplicemente mostrando la sua vittoria come difensore della città.

Di fronte al santo alla tua destra, Puoi vedere Caffe’ Fanelli con i suoi tavoli e sedie all'esterno. Fermati qui per un caffè o un pasticciotto e abbraccia il dolce vita tra la piazza animata e i passanti.

Municipio

Continua fino all'estremità opposta della piazza dove si trova il municipio di Ostuni, ospitato in un antico monastero. Sentiti libero di entrare e salire al primo piano. Mentre le singole stanze che ora costituiscono uffici e sale conferenza sono off limit, la sala principale è di per sé piuttosto spettacolare. Sui muri, enormi arazzi e dipinti raccontano la storia di Ostuni e della Puglia dal suo leggendario inizio al dopoguerra.

Painting depicting Ostuni History
All'interno del municipio di Ostuni
Hallway Ostuni city hall
la Sala Grande
Ostuni City Hall
Piazza della Libertà and the city hall

Nota come gli uomini e le donne nei dipinti sono entrambi raffigurati con muscoli e ossa spessi. È per rappresentare la vita del coltivatore duro, e come entrambi i sessi siano visti allo stesso modo come pilastri della società.

Durante la permanenza ad Ostuni, da non perdere i vari eventi patrocinati dalla città che si tengono nel chiostro principale. L'elenco è pubblicizzato normalmente all'ingresso.

La porta accanto è la chiesa di San Francesco d'Assisi (XIV secolo) che è sicuramente da visitare. Statue e dipinti riempiono gli altari laterali e le pareti. Sono squisite rappresentazioni dell'arte barocca in Puglia. Anche se potresti rimanere sopraffatto mentre ammiri i muri, assicurati di guardare anche il soffitto per apprezzare i suoi lavori .

Centro medievale

Da qui entra nella Città Bianca propriamente detta lungo Via della Cattedrale. Molti venditori fiancheggiano la strada offrendo tutti i tipi di prodotti artigianali. Fermati dal CIMAF, un'azienda a conduzione familiare. Da generazioni producono il proprio olio d'oliva. Assaggia il loro olio e non resistete alla tentazione di comprarne un po' per te stesso, dato che in quale altro posto puoi acquistare olio d'oliva di qualità superiore per circa lo stesso prezzo dell'olio di oliva di qualità da supermercato?

Lungo la strada, sosta per una visita al Museo della Civilta’ Murgiana (Museo di Storia Preistorica). Ammira i manufatti trovati nella zona e apprezza la lunga storia del luogo. Già che ci sei, poni i tuoi omaggi alla madre più anziana del mondo.

Ostuni Puglia Co-cathedral

Continua a salire verso la Cattedrale di Ostuni. Costruita alla fine del 1400, la sua importanza architettonica e politica ne fece una concattedrale con la cattedrale di Brindisi. Una vera prodezza per una piccola città come Ostuni.

Notare il "Rosone" principale (finestra tonda) sull'ingresso principale della cattedrale. È iol secondo più grande d'Europa dopo la cattedrale di Palma di Maiorca. Grazie alla sua elaborata opera d'arte in pietra, molti credono che questo edificio risalga al periodo barocco, mentre è in realtà di epoca romanica. Si può dire che questo edificio fosse in anticipo sui tempi.

Trova il percorso nascosto

Da qui in poi, perditi. Questo è l'unico modo per esplorare l'inesplorato. Anche dopo anni trascorsi qui, si possono ancora scoprire uno o due angoli nascosti nel labirinto di stradine e vicoli. Nota come le case sono costruite una sull'altra. È il loro modo per sfruttare i muri periferici’ l'altezza e le pendici della collina. Non c'è da stupirsi che abbiano usato, e usano ancora oggi, la calce per dipingere i muri della città. Se le pareti non riflettessero l'abbondante luce del sole, le strade strette sarebbero nella migliore delle ipotesi in una penombra costante. Tieni a portata di mano gli occhiali da sole, potresti effettivamente trovare le pareti dipinte di fresco estremamente radianti.

Se hai fame, fermati a Il Posto Affianco. È la cucina pugliese e del sud Italia fatta bene ed è una delle migliori offerte che puoi trovare a Ostuni. Per ottenere lo spazio ristorante, il proprietario Sergio ei suoi figli hanno trasformato una serie di vecchie case. Le piccole case e le loro stanze minuscole ti faranno sentire come se fossi nella tua sala da pranzo medievale privata. Se preferisci un pasto all'aperto, chiedi di essere seduto fuori nel piccolo, cortile ombreggiato.

Via Oronzo Quaranta

Walk along defensive wall Ostuni
Ostuwallni Puglia
Mura cittadine
View from Ostuni wall
Adriatico verde oliva e blu

Finalmente, trova la strada per Porta Nova. Letteralmente la Porta Nuova, risale al XV secolo ed era uno dei principali ingressi al centro storico di Ostuni. Da qui vai a piedi fino a Oronzo Quaranta e cammina lungo il muro esterno. Ammira le dimensioni delle mura difensive della città giustapposte allo spazio infinito davanti a te. Lasciati stupire dalla vista del tappeto verde degli uliveti secolari e dell'azzurro mare Adriatico a perdita d'occhio.

Scalinata Monsignor Antelmi

Come si raggiunge l'altro lato delle mura della città, trova Scalinata Monsignor Antelmi, appena sotto Piazza della Liberta'.  Regalati un gelato a Cremeria Alla Scala mentre ti siedi a uno dei loro tavoli fuori o, piu' semplicemente, siedi su uno dei muri bassi o sulle scale intorno all'area. In serata, spesso ci sono spettacoli gratuiti sugli ampi gradini che riportano alla piazza principale.

Bars Restaurants Ostuni Puglia

Infine, dalla piazza principale (Piazza della Libertà), le scelte sono numerose. Ecco un elenco di possibili destinazioni:

Corso Vittorio Emanuele

Conosciuto anche come Via Lecce dai locali, gli edifici di questa prestigiosa via sono stati costruiti nei primi anni del 1900. Ammira alcune facciate interessanti mentre cammini. Tuttavia, il vero spettacolo in questa strada ampia sono i punti panoramici. Qui, puoi scattare le foto più incredibili sia del centro storico che degli uliveti e del mare.

View of Ostuni Puglia

Corso Mazzini

Costruito in epoca barocca da alcune delle famiglie più ricche di Ostuni, guarda alcune delle più belle domus dimora (palazzi di rappresentanza) in città.

Selva di Ostuni

Continua su Corso Mazzini. Poco prima della rotonda per Villanova e Fasano, si incrocia una stradina asfaltata che procede in salita. Passeggia lungo le colline che da Ostuni si estendono parallele al litorale. È un piacere per i fotografi e per coloro che amano il trekking!

Quando guidi o arrivi dal mare, noterai che queste colline sembrano più un muro. Questo perché in realtà fanno parte di “Altopiano delle Murge” (Altopiano murgese). Il nome “Murge” è dal latino murex, pietra a strapiombo o muro data l'impressione di affrontare un enorme muro mentre ci si avvicina dal mare. “Valle d’Itria” si trova dall'altra parte di questo altopiano (continua a leggere per saperne di più).

Parco Rimembranze (Villa comunale)

Se stai cercando un posto dove rilassarti, o per lasciare che i bambini brucino un po 'di energia, sosta al Parco della Rimembranza. Conusciuto come Villa Comunale dai locali, qui troverai un'area dedicata ai più piccoli. Per di piu', il grande parco ha molti punti ombreggiati e soleggiati con panchine se hai bisogno di rilassarti. Mentre sei qui divertiti a guardare alcuni uomini anziani giocare a bocce o bambini giocare con una palla. Infine, qui trovi anche un piccolo caffè dove sederti e goderti un caffè o un aperitivo.

Se ti capita di essere ad Ostuni la seconda domenica del mese, visita il mercato dell'antiquariato. Arriva prima di pranzo e trova tutti i tipi di rarità e tesori. Siate pronti a contrattare!

Mercato

Non puoi venire in Puglia e non visitare un mercato. In Ostuni, attraversa la città a piedi partendo da Piazza della Liberta e raggiungi un grande spiazzo alla fine divia Nino Sansone. Qui, la maggior parte dei giorni vedi persone che fanno sport come jogging o camminare o anche praticando le loro abilità motociclistiche guidando intorno a coni arancioni. Tuttavia, questa zona si anima davvero il sabato mattina, giorno del mercato.

Se vieni in macchina, stai attento a dove parcheggi. Molta polizia pattuglia la zona e se non parcheggi correttamente, riceverai una multa. per fortuna, c'è un parcheggio privato all'inizio delvia Caduti di Nassiriya proprio dall'altra parte della strada. Al mercato, puoi trovare tutto l'immaginabile: capi di abbigliamento, scarpe, biancheria, stoviglie, impianti, e naturalmente, cibo, cibo, e ancora più cibo. Il mercato è così grande che si diffonde nelle strade circostanti.

Impara l'italiano

Se hai sempre voluto imparare o migliorare il tuo italiano, sarai felice di sapere che ad Ostuni è sede di un'ottima scuola di lingua italiana chiamataCasa di Puglia. Durante il tuo soggiorno qui, perché non approfittare e partecipare a uno dei programmi di vacanza studio offerti tutto l'anno.

Spiagge

Riviera adriatica di Ostuni Puglia

Ostuni si trova a circa 8km (5 miglia) dalla costa adriatica dove si trovano alcune delle coste più spettacolari d'Europa. Qui trovi tutto, dalle spiagge di sabbia bianca fino alle scogliere rocciose a picco sull'acqua. inoltre, molte delle spiagge lungo questo litorale ottengono anno dopo anno la bandiera blu, il che significa che sono certificate per la qualità e la pulizia dell'acqua, regole di sicurezza ed ecocompatibilità. Questo è un argomento così vasto di per sé che avrà il suo post; assicurati di iscriverti in modo da non perderlo.

Gite di un giorno

Trulli di Alberobello A breve distanza da Ostuni

Ostuni si trova tra due regioni della Puglia: il Salento e Valle d’Itria. Entrambe le regioni ospitano alcune delle attrazioni più ambite della Puglia, e puoi raggiungerle da Ostuni in meno di un'ora di macchina. Quindi, Ostuni è un'ottima base per visitare queste bellissime regioni. Perché non restare più a lungo, approfitta della posizione centrale ed evita di dover cambiare continuamente alloggio e di preparare e disfare i bagagli. Invece, fai gite di un giorno e torna la sera nel comfort della tua casa . Anche in questo caso, l'argomento è così vasto che avrà il suo post.

Amici di Vacation in Puglia

Ecco alcune attività amichevoli che riteniamo ti piacerà visitare.

Dove mangiare:

Il Posto Affianco

Delfino

Dove bere qualcosa:

Caffè Fanelli

Dolci Momenti

Mela bacata

Dove andare per il dessert:

Cremeria Alla Scala

La Cassata

Dolce Vita

Dove acquistare l'olio d'oliva:

Cimaf

Dove imparare l'italiano:

Casa di Puglia

Dove dormire a Ostuni Italia?

In Ostuni, in Puglia, Italia, puoi trovare un'ampia varietà di alloggi; dagli hotel e resort tradizionali ai campeggi alle case vacanze, comprese le case vacanza ben curate offerte da Vacation in Puglia. Da una maestosa masseria storica con piscina privata circondata da ulivi secolari, ad una tipica casa di pietra Ostunese, completa di terrazza che offre una splendida vista sulla città e sul mare. Trova la nostra selezione completa di case in affitto per soddisfare tutte le tue esigenze e budget Qui.

Dov'è Ostuni?

Ostuni, soprannominata la Città Bianca è una piccola ma famosa città situata al centro della Puglia, Italia, in the Alto Salento una sub-regione della Puglia. La città è famosa per il suo centro medievale simile a una cittadella che si affaccia sul tappeto verde di ulivi millenari e sull'azzurro del mare Adriatico. Visita il nostro link utili e blog per idee e ispirazione.

Ostuni è la migliore base per un soggiorno in Puglia?

Decisamente. La posizione di Ostuni all'incirca al centro della Puglia consente di raggiungere facilmente la maggior parte delle principali attrazioni della Puglia come Alberobello e la Valle d'Itria per i trulli, Lecce con la sua straordinaria architettura barocca e splendide città costiere come Polignano a Mare e Monopoli più a nord verso Bari o Otranto e Gallipoli nel basso Salento. Scopri di più e lasciati ispirare visitando il nostro link utili pagina e pagina del blog.

Sono le tue case vacanza a Ostuni?

Tutte le nostre case vacanza sono ad Ostuni e dintorni, in Puglia, sia nei pressi del centro storico come Casa dei Fiori, o, come Masseria Bellavista, in campagna piu' vicino al mare. Tutte le nostre case vacanza vantano un'ottima posizione nei migliori quartieri di Ostuni. Essa stessa la città più bella dell'Alto Salento, in Puglia.

Come raggiungere Ostuni dall'aeroporto di Bari con i mezzi pubblici?

Dall'aeroporto di Bari Palese è possibile prendere il bus navetta o il treno. Entrambi portano alla stazione ferroviaria di Bari Centrale. Da lì basta prendere un qualsiasi treno regionale diretto a Lecce e scendere alla stazione di Ostuni. C'è un autobus urbano che va dalla stazione di Ostuni al centro della città. Trova i collegamenti sul nostro link utili clicca per aprire la pagina.

Come arrivare ad Ostuni dall'aeroporto di Bari in auto?

In macchina, segui le indicazioni prima per Bari e una volta in superstrada, per Brindisi e / o Lecce. Esci dall'autostrada a Ostuni Villanova o Ostuni Rosa Marina e segui le indicazioni per il Centro (centro città) or Centro Storico (citta' medievale). La 96 km (60 miglia) si coprono in circa 75 minuti in macchina. Per informazioni sui trasporti pubblici, visita il nostro collegamento utile clicca per aprire la pagina.

Come arrivo dall'aeroporto di Brindisi a Ostuni?

In macchina dall'aeroporto di Brindisi nel Salento segui le direzioni per la super strada. Ci vogliono circa 30 minuti di auto per arrivare Ostuni in superstrada seguendo le indicazioni per Bari. Con i mezzi pubblici, un bus navetta vi porta dall'aeroporto di Brindisi alla stazione ferroviaria di Brindisi. Dalla stazione predere un treno qualsiasi in direzione Bari, e scendere alla stazione ferroviaria di Ostuni. Il viaggio in treno dura meno di 30 minuti in media. Trova orari e informazioni rilevanti sul nostro collegamento utile clicca per aprire la pagina.


0 Commenti

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *